vrste tal

Tipi di terreno

Posted on Posted in giardino

Spesso il tipo di terreno del nostro orto è un misto dei seguenti:

Sabbioso:

  • Se spremiamo la terra in pugno, si disgrega anche se bagnata. È facile da lavorare.
  • Si riscalda facilmente, perciò di primavera possiamo piantare presto.
  • È necessario un dissodamento frequente perché il terreno diventa velocemente compatto.
  • Trattiene male l’acqua, perciò è necessario annaffiarlo spesso e in piccole quantità, d’estate invece il terreno va anche pacciamato.
  • Concimiamo più volte, con piccole quantità, perché le perdite siano minori.
  • Per la concimazione sono adatte sostanze organiche (composta fatta in casa), lo stallatico invece va aggiunto in piccole quantità, perché si decompone troppo lentamente.
  • Piantiamo le piante per la concimazione verde.

Argilloso:

  • Se spremiamo la terra in pugno, otteniamo un grumo appiccicoso. È difficile da lavorare.
  • Di primavera si riscalda tardi, perciò è più facile trapiantarvi i virgulti che seminare semi.
  • D’autunno va zappato perché durante l’inverno i grumi si decompongano.
  • Un utilizzo regolare di stallatico è desiderato, lo evitiamo solo nelle aiuole dove si troveranno ortaggi a bulbo in legumi.
  • Quando cade la pioggia è importante il dissodamento della terra, perché le radici non incomincino a marcire.
  • Se il terreno è acido, si consiglia di aggiungere calce o sabbia di quarzo.
  • Per il dissodamento della terra è necessaria una zappatura regolare, sotterrare la massa vegetale e una concimazione con sostanza organica (composta di casa).
  • Evitiamo di camminare su un terreno bagnato per non renderlo compatto.
  • Piantiamo le piante per la concimazione verde con radici forti.

Sabbioso argilloso:

  • Se spremiamo la terra in pugno, si disgrega in piccoli grumi. Questo tipo è il migliore per essere lavorato.
  • Il terreno non necessita di una concimazione frequente, dobbiamo solo mantenere un buono stato della terra.
  • Non esageriamo con lo stallatico, concimiamo con sostanza organica (composta di casa).
  • D’estate si consiglia di pacciamare il terreno.

Per una buona crescita delle piante si necessita di una terra fertile e leggera, piena di vita (lombrichi, microorganismi …). Così ha l’accesso all’aria, all’acqua e ai nutrienti. Il terreno in natura non è mai nudo, perciò provvediamo al pacciamo o a piante coprenti, nonché al rinnovo dei nutrienti – con composta, stallatico o altri preparati naturali.