Lavori nell’orto a dicembre, raccolta cavolo

Lavori e semine nell’orto di Dicembre

Posted on Posted in Lavori nell'orto in questo mese

Forse può sembrare che il mese di dicembre sia il più tranquillo dell’anno per l’orto, eppure non è così! Se avete ben seminato, se avete ben progettato gli appezzamenti con Tomappo (clicca qui, crea un account gratuito e pianifica il tuo orto con Tomappo Garden Planner), se la scelta varietale fu quella giusta, ora è sicuramente il momento di raccolta assicurata.

Per non dire che entriamo nel momento più propizio per piantare le siepi e gli alberi fruttiferi approfittando della luna calante. Molte piante a radice sono rimaste nel terreno in attesa di essere estratte al momento giusto. Altre, come cicorie e cavoli, sono nel loro momento di maggior splendore.Le basse temperature in arrivo gli faranno solo del bene, perché contribuiscono a intenerire il fogliame e a migliorare il gusto di molti ortaggi di stagione resistenti al gelo.

Inoltre finalmente è giunto il tempo di fare ordine e manutenzione degli attrezzi agricoli, di mettere in posa i nidi artificiali per uccelli e applicare la concimazione di fondo dei terreni. E soprattutto viene il tempo per fare incetta di idee per il nuovo orto che verrà nel 2018.

Per chi ha una serra i porcellini di terra sono fra le avversità che si possono presentare in questo periodo, complice il tepore di questo ambiente.

I porcellini di terra, altrimenti detti porcellini di Sant’Antonio, sono piccoli invertebrati crostacei che preferiscono i luoghi umidi, di giorno stanno appallottolati e ben nascosti, sono attivi nelle ore notturne e danneggiano le giovani piante se sono in grande numero. Per combatterli il modo migliore è spargere della farina fossile di diatomee sul terreno che ha su di loro un effetto repellente e non mortale. Questa terra fossile funziona allo stesso modo anche per le chiocciole e le limacce.

Lavori nell’orto a Dicembre

Semina orto

Le semine in piena terra in questo periodo sono sospese in tutta Italia nel centro e nel nord. Nel sud Italia, a seconda delle temperature, è ancora possibile seminare purché non geli la notte.

Per sapere cosa e quando seminare – scarica gratuitamente la nostra app Tomappo (scarica l’ app per Android o pure scarica l’ app per iOS).

Raccolte nell’orto nel mese

Cicoria selvatica, cavolo di Bruxelles, cavolfiore, cavolo riccio, navone, cavolo cappuccio, cicoria spinacio, finocchio, valerianella, pastinaca, porro, scorzobianca, scorzonera, topinambur.

Sovesci e concimazioni

Se avete seminato una coltura da sovescio, come la veccia villosa o un misto di cereali, ora sarà cresciuta abbastanza da coprire il terreno e proteggerlo dall’erosione. Non va toccata fino all’inizio primavera.

È il mese giusto per la concimazione naturale di fondo, che è una tecnica agricola che in generale si esegue una sola volta prima di destinare un terreno ad orto o a frutteto. Il suo  scopo è quello di elevare la fertilità del terreno apportando importanti quantitativi degli elementi nutritivi che sono carenti, in particolare nello strato dove si ramificano le radici superficiali (in media i primi 40 cm).

In un orto biologico ci sono molti prodotti per raggiungere questo scopo. Uno è il letame compostato ed è stato in passato il più utilizzato. Oggi c’è invece la riscoperta dei concimi naturali non di origine animale. Due fra i più attivi e interessanti sono il cippato di potature fresche e il biochar, un prodotto quest’ultimo che si sta imponendo in tutto il mondo per le sue particolari potenzialità. Mentre il cippato fresco apporta molta sostanza organica e micelio di funghi al terreno, il biochar è la premessa per sviluppare una flora batterica ricca e biodiversa e rendere solubili minerali presenti nel terreno che altrimenti non sarebbero assimilabili dalle radici.

Per sapere cosa e quanto dare al terreno come concime di fondo è prima necessario effettuare un’analisi chimico fisica per conoscere alcune informazioni importanti. Tra queste: tessitura, pH, calcare totale ed attivo, conducibilità elettrica, sostanza organica, capacità di scambio cationica, azoto totale, fosforo assimilabile, potassio scambiabile.

Le analisi vanno effettuate presso un laboratorio chimico, preferibilmente accreditato dall’Ente Accredia, e devono essere firmate e interpretate da un agronomo che vi darà consigli in merito agli apporti necessari. Forse tutto ciò può sembrare eccessivo per un piccolo orto ma permette di creare un piano di concimazione che sarà poi importante per aumentare al massimo la resa in produzione negli anni a venire.

Preparazione per i mesi seguenti

Preparare i solchi per la messa a dimora delle patate, particolarmente importante se avete a che fare con un terreno argilloso. Dopo aver creato i solchi, coprire la terra con abbondante pacciamatura naturale a base di erba tagliata. Il gelo invernale lavorerà il terreno dei solchi e lo renderà friabile. Al momento del trapianto dei tuberi seme, in primavera, sarà pronto.
Se sapete innestare inizia il periodo giusto per tagliare le marze e mantenerle interrate.

Lavori nel giardino

Iniziamo a trapiantare e a potare le rose. I rami appena potati delle rose, lunghi almeno 20-25 cm, possono essere messi in terra posta in vasi e lasciati radicare. Ci sono molte probabilità che emettano radici anche senza l’uso di ormoni. Ma per essere sicuri del successo invece degli ormoni si può usare il miele.

Il miele, di qualsiasi tipo ma preferibilmente biologico e grezzo, va diluito in proporzioni di 1 parte miele per 3 parti di acqua osmotica. Il miscuglio deve essere tiepido. A questo punto semplicemente si prende la talea, la si immerge nell’acqua e miele fino ad un centimetro circa del gambo e la si interra nel vasetto di torba precedentemente inumidito. Questa operazione va fatta poco prima della luna piena.

Calendario Lunare

Prossima Luna piena: domenica 3 dicembre
Prossima Luna nuova: lunedì 18 dicembre

Il calendario lunare che ti servirà anche come promemoria, per prendere apunti sui lavori nel tuo orto, lo trovi su Tomappo. Scarica l’ app per Android o pure scarica l’ app per iOS.

Lo sapevi che …

Per ottenere buona legna da ardere generalmente si deve tagliare l’albero in luna crescente. Per la legna da mobile o da costruzione invece attendere i giorni prima della luna nuova.

Per novità, tips & tricks, articoli interesanti, foto, ricette ed altro ancora… Segui Tomappo su Facebook  o pure seguici su Instagram.