Erbicida efficace - aceto

Erbicida efficace e naturale? L’aceto!

Posted on Posted in giardino

L’acido acetico, o più comunemente conosciuto come aceto, è stato dimostrato di essere un erbicida efficace se utilizzato a moderate concentrazioni. Una soluzione del 20% di aceto testata contro i principali erbicidi chimici su varie erbacce e erbe rivela quanto sia efficace l’aceto come un erbicida (puoi trovare altri rimedi naturali per l’orto sul nostro blog e nella applicazione mobile).

Gli studi universitari documentano che una soluzione di aceto al 20% può competere direttamente con il comune erbicida chimico Roundup (glifosato). La soluzione dell’aceto effettivamente è più efficace, è più conveniente ed è drasticamente più sicuro da usare che un erbicida chimico!

Produzione naturale

L’aceto può essere prodotto naturalmente dalla decomposizione di prodotti vegetali in condizioni anaerobiche.

L’acido acetico, comunemente chiamato acido etanoico, con una formula chimica CH3COOH, è formato dalla fermentazione dell’alcool. L’aceto di circa 5% di concentrazione di acido acetico viene preparato dal vino (uva), dal sidro (mele) o dal malto (grano).

Il processo biologico della produzione di aceto comporta la conversione di zuccheri in alcool e diossido di carbonio attraverso la fermentazione. Con un processo ossidativo, l’alcool in presenza di alcuni batteri reagisce con l’aria per formare l’aceto.

L’acido acetico concentrato come utilizzato nell’industria è preparato da diversi processi sintetici, come la reazione di alcool metilico e monossido di carbonio (CO) in presenza di un catalizzatore o l’ossidazione di acetaldeide o petrolio. Questo processo sintetico non è ammesso per l’agricoltura biologica.

La concentrazione dell’aceto acido acetico derivato da fonti vegetali può essere aumentata dal 5% al 15% mediante distillazione e fino al 30% mediante evaporazione congelata o altri processi. Il metodo biologico approva questi processi per l’uso agricolo.

Rispetto dell’ambiente

L’acido acetico si degrada facilmente in acqua e presenta scarsi potenziali bioaccumulo. È biodegradabile (rapporto MITI 1984, Ministero del Commercio Internazionale e dell’Industria, Tokyo).

In un esperimento condotto presso l’Università svedese per l’agricoltura si è accertato che l’aggiunta di 24% di aceto ad un terreno di torba ha ridotto il pH del suolo da 7,3 a 5,6. Tuttavia, dopo 48 ore i valori di pH del terreno sono tornati a 7,0-7,5 (David Hansson, comunicazione personale).

Ricercatori di BARC Greenhouse hanno condotto a Beltsville, Maryland, una ricerca in campo per determinare l’efficacia dell’aceto per il controllo delle erbacce. I risultati indicano che l’aceto può uccidere diverse specie di erba importanti in diverse fasi di crescita.

L’aceto a 10, 15 o 20% di concentrazione di acido acetico ha fornito 80-100 per cento di soppressione di erbacce annuali selezionate di graminacee.

Il controllo delle erbacce annuali con aceto alla concentrazione di acido acetico del 5% era variabile. I germogli di cardo del Canada erano altamente suscettibili con il disseccamento del 100 per cento del 5% di aceto.

Spruzzare a metà della base delle file di mais nel campo ha dato come risultato che le piante di mais non sono state danneggiate dall’aceto e il controllo di erbe infestanti è stato pari a 90-100 per cento.

Utilizzo

Potenziali applicazioni per l’utilizzo di aceto per la protezione delle erbacce:

  • Controllo della vegetazione indesiderata lungo le strade e le aree di campagna.
  • Un erbicida poco costoso e rispettoso dell’ambiente per il trattamento spot sulle aziende agricole biologiche.
  • Controllo di erbacce da parte dei proprietari di abitazioni intorno a cantieri, pareti in mattoni e patii.
  • Controllo delle erbacce nelle crepe dei marciapiedi (è registrato per questo uso in Svezia, David Hansson, Comunicazione personale)

 

Per novità, tips & tricks, articoli interesanti, foto, ricette ed altro ancora… Segui Tomappo su Facebook  o pure seguici su Instagram.