aiuoli_alti

Le aiuole dell’orto – come prepararle in primavera?

Posted on Posted in giardino, uncategorized

L’odore della terra dell’orto. Senza dubbio l’avete sentito anche voi, con tutto questo sole e profumo di primavera. Siamo convinti che la stragrande maggioranza di voi è già esperta nell’organizzare le piccole e grandi aiuole. Così pure sappiamo, che per voi la preparazione dell’orto è come bere un bicchier d’acqua, soprattutto se avete pianificato il vostro orto già in autunno.  Ciò nonostante, vi presentiamo cinque trucchi semplici ed efficaci per la preparazione dell’orto in primavera.

orto primaverile, preparazione per la pianificazione dell'orto di verdure
I piaceri primaverili nell’orto di verdure.

1. Esploriamo in breve i vantaggi dell’aiuola alta

Siccome il giardinaggio è sperimento dopo sperimento, anno dopo anno – provate qualcosa di nuovo (se non l’avete già fatto)! Per cominciare, posizionate nel vostro orto un’aiuola alta.

In primavera, le verdure adorano il sole e il terreno caldo. Nelle aiuole alte, il terreno dell’orto si riscalda molto più velocemente rispetto alle normali aiuole. Inoltre, le aiuole alte sono più drenanti, il che è un grande vantaggio se il vostro orto si trova su un terreno con acqua stagnante.

Nella foto sotto potete vedere delle splendide aiuole alte, realizzate con rami intrecciati di salice. Potete anche costruirle con pallet o tavole di legno. Comunque, per le aiuole alte non va utilizzato in alcun modo il legno trattato. Sebbene col tempo dovete sostituire le cornici in legno, le aiuole in legno sono sempre un’opzione migliore rispetto alle aiuole in cemento.

aiuole alte, aiuole primaverile
Le aiuole alte realizzate con rami intrecciati di salice. Una scelta ecologica ed estetica.

Inoltre, le aiuole alte sono più protette dagli animali domestici e dai ficcanaso più piccoli. Per di più, semplificano il lavoro in orto alle persone disabili e non provocano mal di schiena. Come se non bastasse, sono anche ordinate e belle da vedere!

2. Migliorate il suolo dell’orto con il compost

È vero che i fertilizzanti sono utili per la nutrizione delle piante, ma molto tempo fa un giardiniere saggio ha detto: “Nutri il suolo, non le piante.” Suona logico, no? Se hai un terreno fertile e ricco nell’orto, anche le piante cresceranno bene.

Potete spargere sul terreno il compost domestico – maturo e riposato in cumulo – anche in primavera. Inoltre, potete usarlo come pacciamante. La pacciamatura con il compost sulle aiuole primaverili è la cosa migliore da fare per il vostro orto di auto sussistenza. Non solo nutrirà il terreno, ma scoraggerà anche le lumache. A causa del suo colore scuro aumenta la temperatura, accelera la germinazione dei semi e assorbe bene l’acqua. Spargete sulle aiuole uno strato di compost di circa 3 cm di spessore.

3. Riscaldate il suolo dell’orto sulle aiuole

La maggior parte di noi inizia a preparare l’orto per la semina rimuovendo dalle aiuole lo strato di erbacce. Se le aiuole erano coperte da piante per il sovescio, queste vengono interrate nel suolo.

Noi piccoli orticoltori sappiamo che il terreno nel nostro orto è spesso troppo freddo per far germogliare i semi. Per riscaldare il suolo prima della semina possiamo stendere un telo plastico nero, che riscalderà immediatamente il terreno, e possiamo lasciarlo sulle aiuole. Oppure stendiamo un telo di plastica trasparente che avrà un effetto serra. Questo è anche un ottimo trucco per sbarazzarsi delle erbacce prima della semina. Nel terreno riscaldato infatti, germoglieranno anche i semi delle erbacce, e in questo modo possiamo eliminarle in anticipo.

Il telo di plastica non va mai lasciato troppo a lungo nell’orto. Dopo alcune settimane, può infatti soffocare la vita nel suolo, perciò va rimosso.

4. Preparate le aiuole per seminare e piantare con il pianificatore dell’orto Tomappo

Se non l’avete già fatto, create un piano per l’orto. Ciò vi aiuterà a evitare rotazioni errate, cattivi vicini e mancanza di spazio sulle aiuole. Non dimenticate, che potete pianificare la semina e i trapianti sulle aiuole in modo semplice e veloce con il pianificatore dell’orto Tomappo.

5. I semi devono essere freschi e di buona qualità

Sfortunatamente, molti semi di ortaggi vivono solo pochi anni. Dobbiamo dunque avere la certezza che siano stati mantenuti in condizioni ottimali: in un luogo buio e fresco con bassa umidità. Tuttavia, i semi di lattuga vivono al massimo due anni e i semi di pomodoro quattro. I fagioli e altri semi più grandi tendono a durare più a lungo. Il fatto è che i semi freschi – i semi della stagione precedente, germogliano meglio.

Comunque, prima di acquistare i semi, controllate la confezione e la data di confezionamento. Agli scambi di semi chiedete sempre in quale anno è stato conservato il seme.

E se non volete sprecare i metri quadrati del vostro orto e il vostro tempo, dovete verificare che i semi germinino con un test di germinazione.

 

Leggete anche: Il ciclo di vita dei semi e il test di germinazione

A tutti piccoli orticoltori auguriamo una stagione di successo!

Un altro consiglio!

Anche se pensate di non avere il pollice verde – fidatevi! Scaricate l’applicazione mobile gratuita Tomappo sul vostro cellulare e coltivate verdure fresche già quest’anno!

Tuttavia, se non disponete di un telefono Android o siete più abituati al computer, è possibile registrarsi alla nostra Tomappo applicazione web  gratuita. Oltre al calendario della semina e ai consigli, potete progettare il vostro orto con l’applicazione online.