vzgajanje paprike

L’ABC dell’orto: peperone

Posted on Posted in l'ABC dell'orto

Capsicum annuum

Coltivazione

Lo coltiviamo dalle piantine. Prima del trapianto all’aperto lo rafforziamo bene – passo dopo passo lo esponiamo a temperature più basse.

Distanze

Tra le file almeno 50 cm, tra le piante in fila almeno 40 cm.

Posizione

Assolata.

Quantità

Quattro piante a persona.

Data della semina

Per virgulti inizio febbraio-metà marzo. Germoglia 10-20 giorni.

Concimazione

Con stallatico ben riposato o composta. Saltuariamente annaffiamo con intruglio di alghe. Se l’estate è calda e asciutta utilizziamo il concime fogliare con calcio.

Annaffiamento

Necessita di molta acqua. Annaffiamo ogni tre giorni fino a 30 cm di profondità. Utilizziamo pacciame organico.

Vicini buoni

erba cipollina, cavolo rapa, valerianella, ravanello, mais dolce, lattuga, asparago, sedano, calendola, basilico, rabarbaro

Vicini cattivi

fave, fagioli, piselli, tutti i parenti (soprattutto la patata e il pomodoro)

Malattie e animali nocivi

Tisanotteri, malattie fungine e necrosi batterica. I tisanotteri provocano croste sui frutti, i batter invece macchie più scure, rotonde sulle foglie.

Raccolta

I frutti vanno tagliati man mano. Li conserviamo in frigo fino a due settimane. Possiamo inoltre conservarli o congelarli.

Alimentazione

Consumiamo il frutto che contiene molti antiossidanti, vitamine e minerali. Li conserviamo con i semi.

Importante

Ama il caldo. È importante picchiettare in tempo le piantine (quando i cotiledoni sono in posizione orizzontale), perché la pianta sviluppo un migliore apparato radicale.

Particolarità

Esistono peperoni piccanti, lievi e dolci. I frutti sono di colori diversi, ma quando maturano diventano rossi o arancioni.