vzgajanje redkve

L’ABC dell’orto: ravanello

Posted on Posted in l'ABC dell'orto

Raphanus sativus

Coltivazione

Seminiamo direttamente su un luogo permanente e all’ombra. Non è esigente.

Distanze

Tra le file almeno 30 cm, le piante in fila strettamente insieme, dopodiché diradiamo man mano. Possiamo piantarlo in mezzo alle altre piante, soprattutto vicino alla carota perché li erpica la terra.

Posizione

Assolata.

Quantità

Circa 20 piante a persona.

Data della semina

Febbraio-aprile, poi giugno-metà settembre. Germoglia da 7 a 10 giorni.

Concimazione

Non concimiamo.

Annaffiamento

Nei periodi di siccità irrighiamo una volta alla settimana fino a 20 cm di profondità.

Vicini buoni

carota, zucchine, meloni, pomodoro, barbabietola, spinacio, bietola, prezzemolo, fagioli, piselli, crescione, tagete

Vicini cattivi

crucifere, cetrioli, cipolla

Malattie e animali nocivi

Soprattutto le altiche, quando le piante sono piccole. Li scaccia il pomodoro, perciò possiamo piantarlo in mezzo al pomodoro o utilizziamo il pacciame di pomodoro. Contro la mosca del cavolo lo piantiamo in mezzo al pomodoro o ai fagioli alti oppure annaffiamo le piante con acqua nella quale abbiamo messo a mollo il tabacco. Il succo d’aglio rafforza le piante.

Raccolta

Dalla semina alla raccolta passano 90-100 giorni. Sradichiamo man mano, ma non troppo tardi perché non lignifichi. Conserviamo in sabbia umida, può resistere fino all’estate.

Alimentazione

Utilizziamo le foglie (succo) e la radice. Contiene molti antiossidanti, ma anche numerose vitamine e minerali.

Importante

Se lo seminiamo all’inizio della primavera, lo copriamo con il velo perché non fiorisca. Possiamo seminarlo tutto l’anno, ma d’estate è più forte e le altiche lo attaccano spesso.

Particolarità

È una variante più piccola e veloce del rafano. Conosciamo molte varietà che si distinguono per il colore, le dimensioni e la forma.