vzgajanje rukole

L’ABC dell’orto: rucola

Posted on Posted in l'ABC dell'orto

Rucola selvatica

Coltivazione

Riesce meglio nel periodo freddo dell’anno. Per avere più a lungo foglie giovani, possiamo seminarla in quantità minori una volta alla settimana.

Distanze

Non ha bisogno di file proprie, possiamo seminarla in mezzo alla lattuga o al radicchio. Se la seminiamo da sola lasciamo tra le file 15 cm, le piante in fila invece vanno seminate una accanto all’altra.

Posizione

Assolata.

Quantità

Fino a 50 piante a persona ovvero 30-60 cm di fila di semina.

Data della semina

Durante tutto l’anno, se la temperatura esterna è di almeno 5°C, altrimenti in serre non riscaldate oppure in vasetti e contenitori. Se la temperatura è adeguata germoglia già in cinque giorni, altrimenti circa in 10 giorni.

Concimazione

Non necessario.

Annaffiamento

Nel periodo di siccità annaffiamo regolarmente.

Vicini buoni

Fagioli bassi, carota, sedano, barbabietola, lattuga, cetrioli, cipolla, patata, spinacio

Vicini cattivi

crucifere

Malattie e animali nocivi

Spesso viene attaccata dalle altiche, che provocano buchi nelle foglie. Non è necessario scacciarle, ma possiamo catturarle con l’aiuto di pannelli gialli appiccicosi, posti poco sopra le piante e spostarle ogni due giorni.

Raccolta

Tagliamo man mano secondo i bisogni. Tagliamo foglie novelle, lasciamo le foglie principali. Possiamo tagliarle anche durante la fioritura se il sapore non è troppo forte.

Alimentazione

La consumiamo fresca. Ha un tipico sapore forte, meno forte però è quello delle foglie novelle, più forte se cresce durante la siccità. Contiene molte fibre, vitamina C e A e un po’ di ferro.

Importante

Sotto questo nome conosciamo due piante, quella coltivata e quella selvatica. Quella coltivata (eruca sativa) cresce più lentamente, le sue foglie sono meno crenate, i fiori di color bianco sporco, il sapore è meno spiccato. La rucola selvatica (rucola selvatica) sverna bene, ha fiori gialli e dopo ogni taglio il sapore è più forte.

Particolarità

Non è affatto una pianta esigente, cresce velocemente, riesce in tutti i tipi di terreno e perciò è adatta anche per i principianti nel campo del giardinaggio. È un parente del ravanello, della senape e delle crucifere. Poiché cresce durante tutto l’anno, d’inverno è una fonte importante di vitamina C.